Testo della canzone B-Nario - Il Cielo Di Milano

Il cielo di Milano oggi è bellissimo e scioglie il
mondo sotto i nostri piedi.
Il viaggio che incomincia è tutta una salita,
sopra un motore che c'intossica e che ha l'asma cronica
è spaventato di dover portare a spasso per l'Italia
la vacanza di una storia nata dieci giorni fa.

Vacanza verso il mare
non importa dove, neanche quale
tanto è uguale
se ci basta quel che abbiamo in tasca.
Bagagliaio carico, che neanche fosse un viaggio interstellare:
"Qui astronave, base Luna fateci atterrare".

Facciamo che continui tu a guidare,
che ci penso io se hai sete, a farti ridere, a parlare.
Poi quello che ho da dire mi viene facile: somiglia
all'equilibrio che non ho,
di solito non fumo ma con te è diverso,
ridi mentro soffoco di tosse :"Giuro, questa è l'ultima!"

Vacanza verso il mare
non importa dove, neanche quale
tanto è uguale
se ci basta quel che abbiamo in tasca.
Bagagliaio carico di quattro mie,
milleseicento sono tue; però è la sola differenza tra noi due.

E con il tuo amuleto appeso allo specchietto cambio
idea: io che non avevo mai creduto alla scaramanzia, adesso un pò ci credo!

Vacanza verso il mare
non importa dove, neanche quale
tanto è uguale
se ci basta quel che abbiamo in tasca.
Bagagliaio carico di quattro mie,
milleseicento sono tue; però è la sola differenza tra noi due.

...adesso un pò ci credo...

...Vacanza verso il mare...

Bagagliaio carico, che neanche fosse un viaggio interstellare:
"Qui astronave, base Luna fateci atterrare qua".

Fosse per me torniamo nel 3003...

(Grazie a FRaNCYPiCCiNa per questo testo



Email:

P